KOLINPHARMA
I prodotti Kolinpharma
Rassegna stampa
Dal mondo Kolinpharma
28/03/2018
Kolinpharma, forte crescita per la «small pharma» dell’Aim

Se non vi fidate di “big pharma”, perché non provare con “small pharma”? Difatti Kolinpharma, la prima matricola AIM Italia del 2018 con una vera e propria attività produttiva (prima di lei si erano quotate ben quattro Spac) è veramente piccola: nel 2017 ha conseguito ricavi per 4,1 milioni, il 62% in più rispetto ai 2,5 milioni del 2016. Forte miglioramento anche per i margini reddituali: l'ebitda è infatti balzato da 262.000 a 603.000 euro e da una perdita operativa di 324.000 euro si è passati a un sostanziale pareggio operativo.

Il saldo negativo della gestione finanziaria però, e soprattutto le imposte (nel 2016 l'effetto fiscale complessivo era stato positivo), non hanno consentito alla società di chiudere il 2016 in nero, ma la perdita netta si è ridotta di oltre l'80% a soli 66.000 euro. A fine 2017 l'indebitamento finanziario netto ammontava a 2,5 milioni, contro 1,7 milioni a fine 2016, soprattutto per effetto di investimenti per 1,2 milioni effettuati per lo sviluppo di nuovi prodotti, la registrazione dei marchi e gli anticipi provvigionali agli informatori medico-scientifici.

Questi dati, però, non includono ancora il capitale raccolto in sede di Ipo all'AIM Italia, pari a 3,1 milioni derivanti dal collocamento, tutto in aumento di capitale, di 447.000 azioni a 7 euro ciascuna (valore medio della forchetta di prezzo prevista fra 6,5 e 7,5 euro). I nuovi mezzi finanziari, oltre che al rafforzamento dei progetti di ricerca, allo sviluppo di nuovi prodotti e all'incremento del portafoglio brevetti (attualmente sono 4), saranno destinati al potenziamento della rete di informatori medico-scientifici nel mercato italiano (ad oggi sono 63) ed eventualmente anche all'estero.


< Torna indietro
Ultime news
03/08/2018
Borsa Italiana intervista Rita Paola Petrelli ed Emanuele Lusenti
31/07/2018
Osservatorio AIM Italia: sesta edizione
“Il rigore della scienza, l’ascolto delle persone”
“Il rigore della scienza, l’ascolto delle persone”